Chiamateci per telefono:

+373 (79) 26-11-27

Blog

Lingua Romena

About-us

Curiosità della lingua Romena

• Il romeno e una delle lingue romanze appartenenti alla famiglia linguistica indoeuropea ed e impiegato come lingua ufficiale in Romania. 
Il numero totale di parlanti il romeno e di circa 20 milioni di persone, di cui la maggior parte vive in Romania. Il romeno e diffuso anche in alcune zone dell'Ucraina, in particolare in regioni di Odessa e di Cernovtsy. 

• Il romeno e il piu originale tra le lingue romanze. Dalle altre lingue romanze lo distinguono le forti influenze slave su tutti i livelli linguistici che rende il linguaggio romeno e la relativa pronuncia poco comprensibili per chi parla le lingue romanze occidentali.

• Secondo i dati del censimento di popolazione realizzato nel 2004, il 16,5 % della popolazione della Moldova hanno detto che la loro lingua madre e il romeno, ed il 60 % lo considerano il moldavo.

Nella Costituzione della Moldova quale lingua ufficiale e indicata quella moldava, ma nella Dichiarazione di indipendenza e segnato il romeno.

• Se rientrate nella categoria dei suddetti curiosi, la storia della lingua romena e le spiegazioni (o teorie?) sulla sopravvivenza della sua latinità in un’oasi geografica e di popolazione in continuo movimento come la nostra potrebbero fare per voi.

• Il romeno viene parlato come lingua madre da più di 24 milioni di persone in Romania, Moldavia e in diverse parti della Serbia, Bulgaria, Russia, Ucraina e Ungheria. 

• È inoltre parlato dalle comunità dell’emigrazione romena all’estero, in particolar modo in Italia, Spagna, Francia, come pure negli Stati Uniti, Canada, Ungheria e Cipro.

• Senza volervi scoraggiare, la grammatica romena ha alcuni aspetti che la rendono diversa dalle lingue romanze occidentali moderne. Ha tre generi: femminile, maschile e neutro. L’articolo determinativo si mette alla fine della parola, esistono declinazioni per i casi Dativo, Genitivo e Vocativo, diverse dalle forme per il Nominativo e l’Accusativo ed ha otto modi verbali (indicativo, congiuntivo, imperativo, condizionale, gerundio, participio, supino e infinito). 

• L’alfabeto romeno è derivato dai 26 caratteri del latino, ai quali si aggiungono 5 caratteri speciali riportanti dei segni diacritici.