Chiamateci per telefono:

+373 (79) 26-11-27

Blog

Tingua Turkmena

About-us

Curiosità della lingua Turkmena:

• Lingua ufficiale nel Turkmenistan e nei territori a maggioranza linguistica turkmena dell'Afghanistan. Senza riconoscimento in Iran.

• Numero di parlanti: tra 6,5 e 7,5 milioni. Turkmenistan: all'incirca 5 milioni (2006). Iran: tra 1 e 2 milioni (1997). Afghanistan: all'incirca 500.000 parlanti (1995).

• Il turkmeno o turcomanno (nell'alfabeto latino Türkmençe, in cirillico түркмен) è una lingua turca parlata inTurkmenistan, Iran e Afghanistan.

• A seconda dei paesi e delle epoche storiche, per la scrittura del turkmeno sono stati utilizzati l'alfabeto arabo, l'alfabeto cirillico e l'alfabeto latino.

• Il turkmeno è molto vicino al tataro di Crimea, al turco e all'azero, lingue con cui ha un elevato grado di intellegibilità. Nel corso della storia, il turkmeno ha incorporato prestiti dal persiano, dall'arabo e dal russo, sebbene i turkmeni siano stati uno dei popoli meno russificati di tutta l'ex Unione Sovietica. 

• Si tende a dividere la lingua turkmena in due grandi blocchi: i dialetti centrali e i dialetti periferici. Quelli centrali, soprattutto i sottodialetti teke e yomut, sono serviti da base per la lingua standard turkmena, sviluppatasi nel Turkmenistan sovietico a partire dal decennio del 1920. 

• Assieme al russo, il turkmeno è stato lingua ufficiale della Repubblica Sovietica del Turkmenistan. Dopo l'indipendenza (1991), la nuova costituzione fissò lo status ufficiale della lingua e il governo iniziò una politica linguistica volta a depurare il turkmeno da parole russe e a diffondere l'uso della lingua in tutti i settori sociali. 

• La letteratura turkmena ha una lunga tradizione orale. Uno dei migliori esempi è l'epopea oghuz Dede Korkut, che probabilmente risale ai secoli VIII¬IX d.C. e che i turkmeni condividono con gli azeri e i turchi. 

• Fino al XVIII secolo, la maggior parte dei popoli dell'Asia Centrale ha utilizzato come lingua letteraria il chagatai, una lingua turca di un ramo diverso da quello del turkmeno. Il poeta Magtymguly (1733¬1783) è stato il primo ad adattare la lingua scritta all'idioma parlato dal popolo turkmeno. È sotto quest'ottica che le opere di Magtymguly possono essere considerate le prime attestazioni scritte del turkmeno moderno. 

• La lingua turkmena è stata scritta con caratteri arabi fino al 1929, anno in cui le autorità sovietiche li hanno sotituiti con l'alfabeto latino. Nel 1939 è stato adottato l'alfabeto cirillico. 

• Nel 1991, con l'indipendenza, il turkmeno ha recuperato l'alfabeto latino anche se si è continuato ad usare ampliamente anche quello cirillico. Sia in Iran che in Afghanistan è abituale che i parlanti di turkmeno siano bilingui turkmeno¬altre lingue, soprattutto persiano. 

• Per via della sostituzione linguistica che subisce parte della popolazione turkmena dell'Iran, è molto difficile poter fornire una cifra, pur approssimativa, che indichi il numero attuale di parlanti della lingua. 

• Esiste un gruppo di turkmeni, comunemente noti come trukhmen, che vivono nel Caucaso e formano un'enclave linguistica nel nord¬est del territorio di Stavropol. Sono discendenti di migrazioni turkmene del XVII secolo e parlano un dialetto turkmeno con molta influenza del nogai. Secondo il censimento russo del 2002, in tutta la Russia vi sono 38.500 parlanti di turkmeno. Gruppi di parlanti di turkmeno sono inoltre presenti in Uzbekistan, Pakistan, Turchia, Stati Uniti e Germania.