Chiamateci per telefono:

+373 (79) 26-11-27

Blog

Lingua Moldava

About-us

Curiosità della lingua lingua Moldava

Lingua moldava (Limba moldovenească o româna moldovenească) è il nome che ufficialmente viene dato alla lingua rumena standard nella Repubblica di Moldavia. A questo idioma erano stati assegnati il codice mo in ISO 639-1 e il codice mol in ISO 639-2 e ISO/DIS 639-3. Successivamente sono stati ritirati perché il moldavo è stato assimilato al rumeno, ed aggiunto come nome alternativo nella nomenclatura ufficiale dei codici ISO 639.

• Il moldavo appartiene al ramo delle lingue romanze della famiglia linguistica indoeuropea ed e impiegato come lingua ufficiale in Moldavia. Oltre che nella Moldavia contemporanea, i dialetti del moldavo sono diffusi anche nella regione storica romena di Moldova.

• Il moldavo e simile al romeno (alcuni linguisti non lo distinguono in un gruppo da parte, considerandolo come un dialetto del romeno), tuttavia, nel corso delle trasformazioni storiche, il moldavo ha acquisito una certa autonomia.

• I primi testi scritti in moldavo che sono le traduzioni dei libri religiosi slavi, risalgono al periodo tra la fine del XV secolo e l'inizio del XVI secolo. Il moldavo letterale si formo definitivamente soltanto nella seconda meta del '800.

• Attualmente, secondo la Costituzione, la lingua nazionale della Moldavia e «il moldavo funzionante in base alla grafica latina».

Curiosita:

• Secondo i dati del censimento di popolazione realizzato nel 2004, il 16,5 % della popolazione della Moldova hanno detto che la loro lingua madre e il romeno, ed il 60 % lo considerano il moldavo.

• Nella Costituzione della Moldova quale lingua ufficiale e indicata quella moldava, ma nella Dichiarazione di indipendenza e segnato il romeno.

• Nel 2000, un gruppo di linguisti romeni ha riconosciuto l'impiego della denominazione «lingua moldava» quale privo di fondamenti scientifici.

• La creazione del moldavo nel 1924 dalla lingua rumena (una delle lingue romanze balcaniche) è considerato come un esempio di "separatismo politico di lingua". L'uso del termine "lingua moldava" è limitato a parte dell'ambito ufficiale, mentre il termine "rumeno" è usato a tutti gli altri livelli. La legge vigente in Moldavia conferma l'identità delle due lingue. Nelle scuole, nei mezzi, come pure all'interno di qualche divisione amministrativa, il termine usato è "rumeno".

• La definizione di "lingua moldava", come lingua separata dalla lingua rumena, è oggetto di grandi controversie. La creazione di un'identità linguistica separata fu, in effetti, promossa dal governo sovietico per sottolineare le differenze con la Romania, enfatizzando l'influsso letterario e linguistico russo sull'idioma moldavo.

• Molti accademici rumeni (come Movileanu, Negru e Rosetti) non considerano il moldavo una lingua, ma un semplice dialetto affine al dialetto moldavo del nord-est della Romania.

• Anche intendendo il moldavo come un dialetto, ha comunque alcune differenze di vocabolario rispetto al romeno, principalmente dovute a tre principali cause: l'influenza esercitata sul moldavo da parte della lingua russa, che è stata durante la dominazione sovietica una lingua molto diffusa nella stessa Repubblica di Moldavia, e da parte della lingua ucraina, parlata poco oltre i confini fra Moldavia e Ucraina; 

• Il moldavo attualmente viene parlato da 327.000 persone nell'Ucraina, specialmente nella parte della Bessarabia che è stata annessa all'Unione Sovietica nel 1945. Secondo una ricerca condotta dall'istituzione Moldova Noastră vi sono 409.000 persone di etnia rumena in Ucraina, alcune delle quali non si dichiarano tali nei censimenti per ragioni politiche